Giovedì, 18 ottobre 2018

Jack Johnson And Friends - "Sing-A-Longs and Lullabies for the film Curious George"

Jack Johnson Sing A Longs and LullabiesAvreste mai immaginato di ascoltare su ligachannel radio un album di canzoncine e ninne nanne facenti parte di una colonna sonora di un film di animazione? La favola della scimmietta George, protagonista da sei anni di libri per bambini e di cartoni animati televisivi, arriva al cinema. E la colonna sonora è stata affidata a uno che di favole se ne intende dal momento che ne sta vivendo continuamente e per davvero. Stiamo parlando di Jack Johnson, l'uomo più invidiabile del mondo che vive tra la California e le Hawaii, ex campione di surf, che quando non suona insegna agli altri come stare in equilibrio sulle onde e, viceversa, quando non è a librarsi sui cavalloni imbraccia una chitarra e d'incanto appaiono spiagge, palme, un barbecue e un bel po' di amici intorno. Ecco anche spiegato il motivo per cui la sua etichetta si chiama Brushfire (che in italiano significa falò). Sembra una favola vero? Ma è la realtà. E così, davanti al compito di dover dare una voce al personaggio principale di questo film (George) che effettivamente non parla, la produzione ha chiesto a Jack Johnson di scrivere i brani che potevano ‘parlare’ per lui.

Da neo-papà, per Jack questo ha rappresentato un'ottima opportunità di fare un album per grandi e per piccoli. Con i primi cartoni animati e la sceneggiatura in mano, ha scritto 9 nuovi brani che hanno saputo catturare le emozioni di Curious George mentre lascia la giungla per seguire l’uomo dal cappello giallo. E al disco partecipano anche amici/autori: Ben Harper, G. Love e Matt Costa.
In America usano un’espressione per definire l’atteggiamento tipico della west-coast (e volendo, anche delle Hawaii, che sono ancora più a ovest): “laid-back”. Espressione intraducibile, che indica una tale rilassattezza totalmente opposta al caos e allo stress generato dall'iperattività un po’ nevrotica degli abitanti della parte opposta. Ci sembra più che mai appropriato questo termine per definire l'album e più in generale le canzoni di Jack Johnson. Tornando a questo "Curious George", segnaliamo una canzone particolarmente famosa qui da noi in Italia per uno spot pubblicitario. Si intitola "The 3 Rs" e cioè le 3 R. In America indicano le basi scolastiche: "reading, 'riting e 'rithmetic, leggere, scrivere e matematica). In questo caso, per il film, sono state riadattate in reduce, reuse, recycle (ridurre, riutilizzare, riciclare). Non sappiamo come verranno tradotte nella versione italiana del film ma in questo momento poco importa. A noi interessa il sound e questa "The 3 Rs" ce la stanno martellando in tv da diverso tempo.

Questa sera, tra l'altro, Jack Johnson suona dal vivo a Milano all'Alcatraz per cui se siete tra coloro che andranno, fateci poi sapere come è andata. E ovviamente fateci sapere la vostra anche su questo disco, postando il vostro commento qui di seguito.

Noi vediamo questo album già inserito nei nostri lettori in automobile durante i viaggi primaverili che ci accompagneranno nel tour di Luciano. E stiamo già pensando di inserire qualche brano nelle compilation che avranno il compito di intrattenervi prima del concerto.

Per chiudere, dato che nel disco sono presenti anche delle "lullabies" (ninne nanne), vi sproniamo a riflettere su come il reggae aggressivo di "With my own two hands" di Ben Harper diventa, ad opera di Jack Johnson in duetto con lo stesso Ben, una dolce e tenerissima ballata tutta da ascoltare.

Venerdì, 10 marzo 2006