Giovedì, 21 novembre 2019

Ryan Adams & The Cardinals - "Cardinology"

Ryan Adams & The Cardinals – “Cardinology”E’ il decimo album di uno dei talenti musicali americani preferiti dal nostro Luciano e ci sembra un grande disco. L’artista in questione è Ryan Adams, personaggio controverso del mondo del folk-rock d’oltreoceano, nato in North Carolina, tra i più prolifici da un punto di vista di pubblicazioni di album, spesso in discussione con la sua etichetta discografica per il modo disordinato di gestire il proprio mercato (nel 2005 fece uscire ben 3 dischi, preannunciandone altri 5 per l’anno successivo!). In realtà mancava da tre anni un suo lavoro di inediti. Complice probabilmente un lungo periodo di riabilitazione da eccessi di droga e alcool peraltro mai tenuti nascosti da lui stesso. Partito come autore "da tenere d’occhio", Ryan Adams ha guadagnato sempre più consensi nel corso degli anni grazie a tour infiniti e alle frequenti pubblicazioni di cui abbiamo accennato poco fa. "Cardinology" si presenta in questo ultimo scorcio di 2008 come uno dei dischi più interessanti dell’anno. Sono ben pochi gli artisti che riescono ogni volta a coniugare generi diversi in maniera così omogenea. Rock, folk, country e anche un pizzico di pop sono gli ingredienti della impeccabile scrittura di questo autore 34enne stimatissimo da alcuni colleghi tra i più blasonati (Oasis ad esempio che lo hanno voluto come opening act nel tour americano del 2007). "Cardinology" il cui titolo proviene dalla sua band "The Cardinals" che cura anche produzione e arrangiamenti dei dischi, è un album classic rock, ricco di influenze che mai come in questo caso escono così ben rielaborate e protate nel mondo di Ryan: dai Grateful Dead a Gram Parsons fino ad arrivare agli U2. Da ascoltare tutto d’un fiato. Decisamente.

Brani preferiti da LigaChannel: Born Into A Light, Go Easy, Fix It e Magick 1.

Martedì, 28 ottobre 2008