Lunedì, 16 settembre 2019

Justin Currie "What Is Love For"

Justin Carrie - What is love for(Rykodisc/Audioglobe)
Probabilmente qualcuno ricorderà i Del Amitri, band scozzese dal sound fortemente americano che tra gli anni 80 e 90 raggiunse i piani alti delle classifiche inglesi senza però mai sfondare del tutto con un misto di pop-rock e folk. L'ultimo loro lavoro risale a 5 anni fa e nessuno se l'è filato al punto che la loro etichetta ha deciso di non rinnovar loro il contratto. I Del Amitri non esistono più ma il loro cantante e bassista è riuscito dopo svariati tentativi a pubblicare il suo primo progetto solista. Justin Currie ha consegnato ai negozi fisici e virtuali "What Is Love For", undici tracce che sicuramente non entreranno nella storia ma, questo è certo, troveranno spazio nel cuore di coloro amano atmosfere malinconiche spontaneamente e semplicemente costruite attraverso chitarre acustiche, archi e pianoforte.

Non è facile parlare d'amore senza cadere nella retorica ma Currie ci riesce, incredibilmente, mettendo a nudo sè stesso, con asprezza dolce e sussurrata, complice la sua calda vocalità. C'è ancora amore per l'America e altrettanto attaccamento alle origini scozzesi e alla tradizione inglese. "What Is Love For" può tranquillamente sostituire una serata davanti alla tv o un pomeriggio in cui si ha un'ora di tempo da dedicare all'ascolto e non al semplice sentire. Segnaliamo, oltre alla title track, "Gold Dust", "Not so sentimental now" e la chiusura splendida affidata a una ballad di 7 minuti intitolata "No Surrender" .

 

Lunedì, 19 novembre 2007