Mercoledì, 12 dicembre 2018

Kings Of Leon "Because Of The Times" (Rca/Sony-Bmg)

Kings of Leon - Because Of the TimesLa settimana scorsa proprio durante "Vivo!" abbiamo proposto il singolo che anticipava l'album che oggi andiamo a presentarvi. Si tratta del terzo lavoro dei Kings Of Leon, band proveniente dal sud degli Stati Uniti, formata dai 3 fratelli Followill (Jacob, Jared e Nathan) e dal loro cugino Matthew. Hanno un background di tutto rispetto. Pearl Jam e U2 li hanno voluti come apertura in alcuni loro concerti e tour e la critica li ha sempre osannati fin dal loro esordio. Il disco di oggi si intitola "Because Of The Times" e, prima di ascoltare, ciò che si legge da questi primi giorni di uscita sembra preannunciare un cambiamento rispetto al passato.

13 sono le tracce che lo vanno a comporre, sempre in bilico tra classic rock e punk con spruzzatine garage, underground e perfino new wave. Probabilmente è questo ultimo riferimento che fa pensare quanto i Kings Of Leon abbiano l'esigenza di dire la loro servendosi di qualcosa che vada al di là delle loro origini del Tennessee. La traccia più rappresentativa in questo senso è "My Party". Ascoltandola ci è parso di capire che è stato messo in musica il trasloco dalla campagna alla città, dal profondo sud alla Grande Mela.

"Because Of The Times" è un disco da ascoltare molto attentamente e ci rendiamo conto che non basta una manciata di canzoni per capire esattamente come potrebbe essere nella sua totalità. Potrebbe essere etichettato come lavoro slegato, con brani che non possono stare insieme, neppure in una compilation. Invece, già al secondo ascolto si comincia a capire qual è l'equilibrio che tiene unito il tutto. Intanto un'ottima produzione e, tralasciando i seppur importanti credits, sicuramente la voce di Jacob, così inconfondibile e graffiante. Una di quelle voci che la si ama o la si odia, senza vie di mezzo.

 

Giovedì, 5 aprile 2007