Martedì, 20 novembre 2018

The Smithereens "Meet The Smithereens!" (Koch Records/Universal)

Meet the SmithereensAvevamo voglia di divertirci e soprattutto eravamo curiosi di conoscere questa ennesima bizzarra e coraggiosa impresa di un gruppo che esiste da quasi trent'anni e che, partito dal New Jersey con un carico di rock and roll, energia punk e look new wave, ha attraversato le decadi tra college party alternativi e trovate assolutamente originali, non ultima quella del loro leader Pat Dinizio che se volete a casa vostra ad allietare una festa di qualunque tipo, si presenta per una cifra ragionevole con tanto di chitarra e amplificatore per intrattenere amici e famiglia (se non ci credete andate a farvi un giro nella sezione "living room Tour" su www.patdinizio.com). Il suo gruppo comunque è quello degli Smithereens e la singolare idea è proprio il loro ultimo album uscito: "Meet The Smithereens!". Altro non è che il rifacimento tale e quale di "Meet The Beatles!", secondo disco americano dei fab four che decretò il successo di John, Paul, George e Ringo al di là dell'oceano.

Pur rendendoci conto che si tratta di un album che in parecchi conoscono a memoria nota dopo nota, fa piacere notare come 12 tracce leggendarie uscite nel 1963, proprio grazie a questa riproposizione, continuino a risultare fresche ed attuali. Ci sembra un'operazione comunque riuscita, al di là di ogni prevedibilissima critica dei più puristi fan dei Beatles. Sapendo poi che gli Smithereens non sono proprio degli esordienti, questo "cover album", suonato bene con le chitarre rock lievemente accentuate, potrebbe anche scatenare la voglia di andare a scoprire o riscoprire i loro precedenti lavori originali. Come sempre aspettiamo il vostro parere in merito, postando i commenti a "Meet The Smithereens" qui sotto.

 

Giovedì, 8 marzo 2007