Lunedì, 21 ottobre 2019

4/12 Cosenza: il racconto di Luigi (Murcielago77)

CosenzaRacconta il tuo concerto di Luciano a teatro, inviando un email a: teatri@ligachannel.com

Eccoci! La lunga attesa è terminata...finalmente! Anche a Cosenza è
arrivato il "giorno dei giorni", almeno musicalmente parlando (perchè
non me ne abbia a male il Liga, ma la vita, il mondo, avrebbero, forse,
bisogno di ben altri giorni dei giorni).
Il sipario chiuso alimenta l'attesa, il popolo di Luciano, in questa
manifestazione senza bandiere, frema trepidante; poi lui, Luciano, che
con la sua chitarra (e la sua voce) ci ricorda il motivo per cui è qui,
per cui siamo tutti qui...ovvio "per l'amore", quello stesso amore da
cui veniamo e che ci sospinge avanti lungo il cammino.
L'attesa, allora, è veramente finita. Lo spettacolo da tempo sognato è
ora davanti a centinaia di occhi; occhi diversi, ma accomunati
dall'umido di una commozione che stenta a camuffarsi. Quanto lunga è
apparsa questa attesa...tanto, troppo per non lasciare il posto ad
emozioni pure e cosa importa di che tipo.
C'è chi questa attesa la vive dal 3 Giugno, altro giorno dei giorni,
almeno per quattro amici che decisero di vivere altre emozioni, altre
atmosfere, non meno belle o intense in quel di Roma, stadio Olimpico,
quando sulle note del "loro" inno, Leggero, si diedero appuntamento, se
mai vi fosse stata una data "acustica" nella loro città, al teatro
Rendano.
Così è stato. Presenti. Insieme ad altri cinque amici. Nove in tutto.
L'1%, anche meno, dell'intero teatro. Ma quell' 1% non è soltanto un
numero,...anzi...non è affatto un numero. E' un insieme di anime,
cuori, passioni che si incontrano e ondeggiano sulla musica, ora lieve,
ora ruvida che gli strumenti di Luciano e della sua band irradiano alta
nel cielo di Cosenza. E insieme a loro altre anime, altri cuori, altre
passioni che le pareti del teatro faticano a trattenere.
E sul palco...lui,Luciano, la sua musica, la scintilla che innesca
emozioni difficili da scordare, che accende calore anche nel freddo di
un giorno di Dicembre.
Speriamo che quel calore siamo riusciti a fartelo arrivare, in un
interscambio di emozioni cullate dalle tue canzoni.
Da parte nostra: GRAZIE.
L'attesa è finita...inizia l'attesa!
Luigi (Murcielago77)

Martedì, 5 dicembre 2006